Città del Vaticano, 30/3/2014
L'incontro col Papa


Roma, 29/3/2014
Il giorno della laurea


Grottaferrata, 20/3/2014
Una vita splendida!


Grottaferrata, 20/3/2014
L'incanto di due sorelle semplici


Città del Vaticano, 11/2/2014
Giornata mondiale del malato


Città del Vaticano, 9/2/2014
Non abbiate paura della fragilità


Città del Vaticano, 2/2/2014
Rallegratevi


Grottaferrata, 2/2/2014
Camminare nello Spirito

FSC
LE NEWS
 

Città del Vaticano, 28/1/2014

Il Papa mi ha mandato tra i poveri

“Non sarai un vescovo di scrivania, né ti voglio vedere dietro di me durante le celebrazioni. Ti voglio sapere sempre tra la gente. Tu dovrai essere il prolungamento della mia mano per portare una carezza ai poveri, ai diseredati,a agli ultimi. A Buenos Aires uscivo spesso la sera per andare a trovare i miei poveri. Ora non posso più: mi è difficile uscire dal Vaticano. Tu allora lo farai per me”. E’ questo il mandato che Francesco ha conferito a Konrad Krajewski quando ha deciso di nominarlo elemosiniere pontificio ed eleggerlo arcivescovo “dei poveri”. “Quando abbraccio uno dei nostri fratelli più sfortunati gli trasmetto tutto il calore, tutto l’amore e tutta la solidarietà del Papa”, confida il presule polacco. “Francesco vuole vhe prenda direttamente contatto con loro, che li incontri nelle loro realtà esistenziali, nelle mense, nelle case di accoglienza, nelle case di riposo o negli ospedali. Se qualcuno chiede aiuto per pagare una bolletta, è bene che io vada, se possibile, a casa sua a portare materialmente l’aiuto, per fargli capire che il Papa, attraverso l’elemosiniere, gli è vicino. Se qualcuno chiede aiuto perché è solo e abbandonato, devo correre da lui e abbracciarlo per fargli sentire il calore del Papa, dunque della Chiesa di Cristo. Vorrebbe farlo personalmente, ma non può. Per questo vuole che lo faccia per lui”.

a sua immagine